giovedì 2 luglio 2015

Una Voce Senza Censura per Gordon


Non Mi stancherò mai di dire quanto assurdo siano i criteri di +Facebook nel decidere la rimozione dei post.....

Nei giorni scorsi è successa una cosa molto spiacevole, di cui probabilmente la maggior parte di voi potrà non essersi nemmeno accorta, ma questo non riduce la gravità dell'accaduto.

La cosa più triste è che quanto successo ha visto protagonista un micio di assoluta tenerezza e vulnerabilità che forse persino in modo diretto sta pagando le conseguenze dell'amor di polemica che anima certi utenti, polemica che disperde l'attenzione dalla sostanza delle cose e che, nei fatti, ha portato alla dispersione di quelle energie che in maniera più utile si sarebbero potute impiegare per la condivisione del suo appello di adozione.

I fatti: l'appello di adozione di Gordon è stato segnalato come lesivo degli standard della comunità Facebook. Quindi qualcosa di attinente a: minacce dirette, autolesionismo, organizzazioni pericolose, bullismo e intimidazioni, attacchi a personaggi pubblici, attività criminali, violenza e sfruttamento sessuale, beni soggetti a limitazioni legali, proprietà intellettuale, contenuti di nudo, contenuti che incitano all'odio, contenuti violenti e immagini forti.
La segnalazione è stata accettata (e continuiamo a chiederci sulla base di quali evidenze il comitato etico di Facebbok possa averlo fatto) e, di conseguenza, l'appello oscurato e le utenze private degli amministratori della pagina bloccati.
Potete non esservi accorti perchè alcuni post, precedentemente programmati, sono stati comunque pubblicati.

La premessa: Gattolandia è una associazione volontaria votata solo e soltanto alla tutela degli animali in generale e dei gatti in particolare, e la sua pagina fagina FB è uno strumento di informazione, sensibilizzazione, educazione, condivisione delle attività dell'associazione ed interpreta e testimonia sul web come nella quotidianià Gattolandia declina la propria missione e persegue i propri obiettivi.

Questa premessa serve a chiarire la posizione dell'associazione rispetto al contenuto del post che può aver indignato gli utenti che hanno fatto la segnalazione: va da sè che il giudizio di una associazione animalista nei confronti di chi abbandona il proprio compagno "non-umano" sia negativo, con varie sfumature a seconda della motivazione dell'abbandono, ma pur sempre negativo. Non ci interessa neanche sapere quanto amorevole possa essere "l'abbandonatore" nel suo ruolo di genitore, o brillante come professionista, o fedele come amico, o di successo o ricco o bello o impegnato nel sociale. E' tutto irrilevante rispetto alla scelta di aver abbandonato il proprio compagno "non-umano".
In aggiunta alle motivazioni dell'abbandono, la conoscenza che maturiamo dei mici e la reazione degli stessi all'arrivo e alla permanenza in gattile ci portano ad essere più o meno duri nel raccontare la loro storia.

Gordon è un dolore che viviamo ogni giorno che incontriamo il suo sguardo e che ci portiamo dietro fino a reincontrarlo il giorno dopo e poi quello dopo ancora.
Le motivazioni del suo abbandono ci sono state riportate da terzi e non abbiamo indagato oltre. Non c'è comunque condizione alcuna che possa portarci persino ad essere grati a chi decide di affidarci il suo gatto, neanche qualora ci scegliesse perchè 'con voi starà di certo meglio che con me", neppure se accompagnasse la cessione con i più grandi elogi, i più ricchi doni e i migliori propositi.

Che se ne facciano una ragione tutti gli abbandonatori: è una macchia che non si cancella agli occhi di chi dedica tempo, amore, dolore, energie, dedizione, lacrime, sorrisi, fatica... per cercare di ridare amore per la vita a chi avete deliberatamente scelto di allontare e che avete in questo modo ferito, disilluso, umiliato, calpestato.

L'appello per l'adozione di Gordon, dopo quello che è successo, dovremo edulcorarlo per ripubblicarlo...

...Edulcorare: Rendere meno grave o sgradevole, attenuare. Esempio: di una notizia, attenuarne la gravità, omettendone alcuni particolari o dandone un'interpretazione ottimistica...

Ci proveremo. Intanto ci affidiamo a questo post per un appello del cuore... Perchè negli stessi giorni in cui si svolgeva il dramma mediatico dei nostri delatori, nella vita vera di chi affronta le emergenze causate dagli abbandoni si è svolto un dramma ben peggiore e il protagonista è lo stesso...

Gordon non sta bene ed è ricoverato in clinica: le sue condizioni sono adesso stabili e vorremmo tanto, più di ogni altra cosa, non vederlo tornare in gattile ma poterlo affidare ad una famiglia di buon cuore che lo accolga tra le proprie braccia... Gordon non è un micio giovane... Non ha davanti a sè molto tempo. Impossibile dire quanto. La sua reazione alle terapie è buona ma non come servirebbe e come spereremmo che fosse... Di fatto gli manca una ragione per continuare a lottare, nonostante sia circondato, al limite del soffocamento, dal nostro amore e dalle nostre attenzioni. Ha bisogno di una casa, di un ambiente sereno, di molta tranquillità...

Aiutateci ad arrivare a quanti più cuori possibile, fino a toccare quello giusto...

Scriveteci per prendere contatti alla mail adozioni@gattolandia.org oppure contattateci ai seguenti numeri (pazientando e riprovando se non ci è possibile rispondere al momento oppure lasciando un messaggio):
Eliana 320.4072865 - Manuela 345.8657757 - Laura 349.8641637
 — presso Gattolandia Onlus per la tutela del gatto.

Fonte: QUI

Traduci in:
Translate Italian to EnglishTranslate Italian to GermanTranslate Italian to FrenchTranslate Italian to PortugueseTranslate Italian to SpanishTranslate Italian to Russian

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento anche tu se vuoi